MAURIZIO TAMELLINI
Già danzatore del Teatro alla Scala di Milano, Teatro Comunale di Firenze, Arena di Verona, Ballet Classique de Paris e Solista del Ballet National de Marseille R.Petit.
Maìtre du ballet in prestigiose scuole ed Accademie di Danza.
Presidente di Giuria in vari e prestigiosi Concorsi di Danza nazionali ed internazionali.
Già Direttore Artistico Dipartimento Danza del Teatro V.Alfieri di Castelnuovo di Garfagnana, Lucca
(2010/2016)
È stato Docente di Danza classica-accademica per lezioni professionisti presso il M.A.S. di Milano.
Nel 2017 l'Associazione ASI lo ha insignito dell'onorificenza con il titolo di
Cavaliere dello Sport, con il Patrocinio del Ministero degli Interni Italiano.
Ha conseguito il Diploma di Master Abilitated di Classico-accademico a marzo 2018 dalla Federazione Italiana Danza (F.I.D.) Italia.
Nel maggio 2018 è stato invitato come Giurato e per una master-class al Concorso "Festival Internazionale di Danza" presso il Palazzo della Cultura Dobrinin a Yaroslavl (Russia).
In Commissione d'esame alle Residenze MAB 2018 e assistente alla coreografia di Luciano Cannito "Exposition" in scena al Gala del 3 giugno 2018 al Teatro Manzoni di Milano.
Nel mese di luglio 2018 collabora come critico di Danza nel portale online per la testata giornalistica "Dance & Cuture" e nel mese successivo, dopo una settimana di Master Class con gli allievi dell'Università presso la Performing Arts Academy of West Finland College ad Huittnen, gli viene conferito l'attestato come Guest Teacher.

Eugenio Buratti

Frequenta la Scuola Professionale del Teatro dell'Opera di Roma. Selezionato e preparato dal maestro V. Litvinov, vince il primo premio del Concorso Internazionale di Losanna. Vince a Mantova il primo premio del “Concorso Nazionale Gonzaga”. Solista, sotto la direzione di G. Carbone, della Compagnia del Teatro Filarmonico Ente Arena di Verona nei balletti: “Sinfonia di D” di J. Kilian, “Ritratto di famiglia” di B. Kulberg, “Giù nel nord” di Matz Ek. Rappresenta l'Italia al Galà Internazionale delle Stelle, presso l'Opera di Zagabria, il Sava Center di Belgrado l'Opera di Novi Sad. Si trasferisce in Belgio per lavorare con la compagnia il Balletto delle Fiandre diretta da R. Denver. Entra nella Compagnia dell'Ater Balletto di Reggio Emilia; partecipa ai balletti di A. Ailey, G. Tetley, A. Amodio, A. Balanchine. Scelto da R. Nurejev per il ruolo di Tazio è con lui protagonista in “Morte a Venezia” di F. Flindt, al Teatro Filarmonico Ente Arena di Verona. Entra nella compagnia Balletto di Toscana; collabora alle creazioni di repertorio contemporaneo con i coreografi C. Gelabert, A. 2001 Preljocaj, H. Van Manen, M. Bigonzetti, V. Sieni, F. Monteverde, e con loro effettua tournée in tutto il mondo. E’ docente stabile presso la Scuola del Balletto di Toscana, invitato inoltre da innumerevoli Stage e Concorsi di danza in tutt’Italia. Prima creazione coreografica nel 2006 dal titolo “In- quietitudine” per la Compagnia Junior BdT; nel 2009 la sua seconda creazione “Sens-action”; nel 2010 è ospite della Compagnia Ballet Preljocaj in occasione della tournée a Roma. Dal 2011 a tutt’oggi è insegnante ospite presso l’Accademia Princess Grace di Montecarlo, dove realizza nel 2014 la coreografia "Comunic/Actions".

 

 

Daniele Cervino

per curriculum vedi sezione docenti


 

 

Regolamento concorso ScandicciInDanza 2019

Modulistica concorso ScandicciInDanza 2019